“La Grande Milano e la Politica Pubblica”: il Candidato Sindaco Fiorello Cortiana incontra l’Assessore al Bilancio del Comune di Milano, l’onorevole Bruno Tabacci

30 aprile 2012 alle 18:39 | Pubblicato su appuntamenti | Lascia un commento

incontro pubblico presso la Riserva Pianeta Verde (Milano, Via  Buccinasco) giovedì 3 maggio, ore 20.30

La definizione della Grande Milano e’ in corso e i comuni della prima cintura possono diventare una grande periferia  di Milano o diventare municipalità capaci di contribuire ad attrarre imprese, innovazione e
qualità. Eppure i cittadini di Buccinasco che usano i mezzi ATM pagano di più di quelli di Corsico o Gratosoglio. Questo e’ un esempio concreto che richiama la necessita’ di un coordinamento tra Assago, Buccinasco, Corsico e Cesano Boscone, affinché ci sia una ottimizzazione dei servizi, dai trasporti pubblici alla Banda Larga, dai rifiuti all’energia.

Per questo Fiorello Cortiana, il candidato sindaco per Buccinasco delle liste civiche unite, ha organizzato, alle 20,30 di giovedi’ 3 Maggio, un incontro con l’ on. Bruno Tabacci, Assessore al Bilancio del Comune di Milano, invitando i sindaci di Assago, Corsico e Cesano Boscone.
“La Grande Milano e la Politica Pubblica” questo il tema del confronto con la partecipazione di dirigenti dell’associazionismo sportivo, sociale e dell’imprenditoria.

Un primo passo per condividere una comune politica dei servizi, più efficace e meno costosa in un periodo di tagli dei trasferimenti alle amministrazioni locali. Una politica comune che Cortiana vuole definire con un protocollo congiunto. ATM, A2A, sono aziende che devono vedere una partecipazione dei comuni della Grande Milano interessati dai loro servizi.

Significativo il luogo scelto per l’incontro: il Pianeta Verde, la riserva al confine tra Milano e Buccinasco. L’appuntamento è per giovedì 3 maggio alle ore 20.30.

Annunci

Martedì 1 maggio Biciclettata con Fiorello Cortiana: ritrovo ore 15 alla Cascina Fagnana

30 aprile 2012 alle 13:43 | Pubblicato su appuntamenti | Lascia un commento

Tempo permettendo domani alle 15 la Coalizione Civica si ritroverà alle ore 15 alla cascina Fagnana per una biciclettata lungo le strade e i sentieri di Buccinasco guidati dal candidato Fiorello Cortiana. In caso di maltempo bè ci si inventerà qualcosa d’altro….

A domani!!!!

La coalizione civica, il ballottaggio, la Buccinasco di domani: Fiorello Cortiana risponde alle 5 domande di Sosteniamo Buccinasco

30 aprile 2012 alle 06:41 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento

Sosteniamo Buccinasco ritiene la candidatura a Sindaco di Fiorello Cortiana uno di quei treni che difficilmente ripassano per dare una svolta alla nostra città. Ad una settimana dal voto ha perciò deciso di porre 5 domande al suo candidato sindaco per parlare dell’alternativa offerta agli elettori dalla proposta civica, del ballottaggio e della Buccinasco di domani.

1)  Ti hanno bollato come “un invasore, uno che non sa nulla della nostra città”: ma che c’azzecca il milanese Fiorello Cortiana con Buccinasco?

Si e’ avviato il processo della Grande Milano, l’amministrazione dell’area metropolitana. Le realtà urbane definite dalla Darsena e dai Navigli costituiscono un insieme importante sia ambientalmente, che socialmente ed economicamente. La conurbazione della prima cintura composta da Assago, Buccinasco, Corsico e Cesano Boscone, non devono diventare la periferia della Grande Milano ma delle municipalità che contribuiscono positivamente alla sua identità. Per me Buccinasco e’ un luogo familiare perche’ abito sulla Ludovico il Moro e fin da ragazzo ho conosciuto tutti i comuni a Sud di Milano mentre promuovevo la costituzione del Parco Agricolo Sud Milano. Mia moglie ci insegna da 26 anni, i miei cognati ci vivono e sviluppano il loro lavoro nei suoi capannoni, Esselunga e Piscina Azzurra sono per noi luoghi usuali. Ecco perché c’azzecco.

2)      La tua candidatura e la nascita della coalizione civica hanno sicuramente mischiato le carte di una competizione e di una città che stringi stringi vedeva in campo le stesse facce (e che rischiava di vedere dopo il voto gli stessi accordi): qual è secondo te il “plus reale” dell’alternativa civica?

Le liste civiche unite costituiscono una preziosa opportunità, a disposizione dei cittadini di Buccinasco e delle loro associazioni, per dare vita ad una alternativa di qualita’, di trasparenza e di innovazione, alla consociazione degli affari urbanistici che ha portato a tre commissariamenti e alle inchieste della Magistratura. Una preziosa opportunità di voto per quegli elettori sfiduciati che ormai avevano deciso che il loro voto non servisse più a nulla perché tanto nulla potrebbe cambiare. Le Lista Civiche Unite sono fatte da Cittadini che hanno saputo trasformare in assunzione di responsabilita’ il distacco ed il disgusto per la politica, visti i pessimi esempi nazionali e locali. Non solo ciò costituisce un contributo salutare alla vita democratica ma immediatamente migliora la qualità della vita sociale a Buccinasco.

3)    Al momento del ballottaggio quale sarà l’atteggiamento del candidato Fiorello Cortiana ancora in gara? E quale quello del candidato Fiorello Cortiana malauguratamente escluso dal ballottaggio?

Se i cittadini di Buccinasco decideranno di cogliere l’opportunità di una alternativa effettiva, al ballottaggio non ci accorperemo con nessuna lista e nessuna coalizione:  valorizzeremo, invece, idee e persone che propongono legalità, trasparenza, partecipazione e qualità sociale. Faremo ciò senza scambi sottobanco, ma alla luce del sole, fuori da ogni fittizia contrapposizione ideologica, a partire dalla valorizzazione delle competenze presenti nelle 4 liste civiche unite e senza preclusioni. Se non saremo al ballottaggio lasceremmo liberi i cittadini di Buccinasco di scegliere tra la continuità delle due coalizioni che hanno prodotto tre commissariamenti a danno della città.


4)   Fra le mille idee che ti ronzano nella testa qual è il progetto che ti sta più a cuore per la città?

Buccinasco esprimerà tutte le potenzialità che contiene e diventerà un modello per la Grande Milano se cambierà l’indirizzo della amministrazione: non più al servizio dei partiti e delle cordate che la governano ma al servizio di una cittadinanza attiva che partecipa alla vita pubblica in modo informato, come previsto dalla Direttiva Europea sugli Open Data. Dallo sport, ai proprietari di animali, dai giovani agli anziani, le esperienze di sussidiarietà non devono essere più considerate alternative ai compiti del servizio pubblico, ma un contributo ad ampliarlo attraverso una diretta assunzione di responsabilità.


5)      Come te la immagini Buccinasco dopo 5 anni come Sindaco?

Me la immagino come un modello capace di costituire un esempio in relazione con i comuni della conurbazione Assago-Buccinasco-Corsico-Cesano Boscone, con servizi condivisi: come i trasporti, la Banda Larga e il WI-FI, l’energia, i rifiuti e un palazzetto per le associazioni sportive. Una municipalità della Grande Milano con una sua identità e un centro in sostituzione dei capannoni vuoti e dei loro tetti in amianto. Una realtà capace di attrarre imprese e formazione legate all’innovazione e all’economia della conoscenza: Web, design, moda, contenuti e tecnologia. Una porta di accesso al Parco Sud, protagonista dell’Expo 2015.

(intervista a cura di Paolo Fossati di Sosteniamo Buccinasco)

A Buccinasco è tutta un’altra musica …. le foto

28 aprile 2012 alle 15:39 | Pubblicato su appuntamenti | Lascia un commento

Ecco alcune immagini della piacevole serata di giovedì sera all’auditorium Fagnana tutta dedicata al rapporto fra città e giovani secondo la visione del candidato Sindaco Fiorello Cortiana. Un grazie a tutti gli ospiti, a tutti i partecipanti e un grazie speciale ai ragazzi che con i lori suoni ci hanno dato una carica in più: anche a Buccinasco si può fare!

Pep Cortiana e lo svincolo crematorio

28 aprile 2012 alle 10:20 | Pubblicato su commenti | 1 commento

Il tiro al nostro Candidato Sindaco Fiorello Cortiana sembra diventato in questi giorni a Buccinasco una sorta di sport olimpico più del badminton e della lotta grecoromana.

Nello scorso weekend, ai mercati e in tutte le altre occasioni di contatto con i cittadini dobbiamo dire che consegnando i nostri volantini ce ne siamo sentite dire di tutti i colori andando a scoprire lati per noi ignoti sia del nostro programma che del nostro candidato sindaco: “A voi non vi voto perché siete estremisti”, “A voi non vi voto perché volete fare lo svincolo della tangenziale”, “A voi non vi voto perché volete costruire dei grattacieli a Buccinasco” fino allo straordinario “A voi non vi voto perché volete abbattere il Castello di Buccinasco!”.

Le menti creative dei nostri competitor già spremute a fondo nell’inventare palle contro quell’invasore di Fiorello Cortiana rischiano così di arrivare vuote e inaridite all’importante ultimo weekend elettorale. Ecco perché abbiamo deciso di suggerire 11 frasi standard inedite e spendibili anche per i prossimi giorni: si consiglia a tutti di declamarle ai cittadini con lo stesso sguardo accigliato e preoccupato per il futuro che aveva l’indimenticabile Colin Powell nel 2003 con fialetta tarocca in mano. Buona lettura a tutti.

1.       “Cortiana? Quello aumenterà l’IMU tanto lui non abita a Buccinasco”

2.       “Cortiana? L’ho visto l’altro giorno a far la spesa in Via degli Alpini con in mano la tesserina dell’Ipercoop”

3         “Cortiana? Ma quello se anche vince va subito via da Buccinasco perché deve andare ad allenare il Barcellona”

4         “Cortiana? Ma lo sai che vuole fare il forno crematorio a Buccinasco?”

5         “Cortiana? Finge di tifare il Milan invece è amico di Moggi”

6         “Cortiana? Mi hanno detto che vuole spostare la Chiesetta a Rho-Pero per l’Expo”

7         “Cortiana? Ma lo sai che per fare la foto del manifesto ha comprato una di quelle bici rubate alla Fiera di Senigallia?”

8         “Cortiana? Ho sentito che se vince vuole fare il referendum per far diventare Buccinasco un quartiere di Milano”

9         “Cortiana? Fa la bella vita da ex senatore come Mastella”

10     “Cortiana? Sì ma tanto al ballottaggio è già d’accordo per una poltrona con quelli della sinistra”

11     “Cortiana? Sì ma tanto al ballottaggio è già d’accordo per una poltrona con quelli della destra”

(dal sito www.sosteniamobuccinasco.it)

Si può fare (anche a Buccinasco)

28 aprile 2012 alle 07:27 | Pubblicato su commenti | Lascia un commento

Si può fare.
La coalizione di Liste Civiche che propone Fiorello Cortiana Sindaco di Buccinasco ha dato una prova di quale politica culturale metterebbe in atto insieme ai giovani. Così, per una sera, l’Auditorium della Fagnana e’ sembrato ospitare parte di una programmazione di un Centro Polivalente per i Giovani. Attrezzato con impianto voce, mixer e fonico, il palco ha ospitato l’incontro tra tre professionisti della nuova economia della Grande Milano e i giovani. La prima esperienza raccontata e’ stata quella di Mabel Bocchi, campionessa internazionale di basket, prima donna inserita nella Hall of Fame del basket italiano, oggi giornalista per il Corriere Salute e la Gazzetta dello Sport, con una importante esperienza come Assessore allo Sport a Sesto San Giovanni. Denis Curti, del Centro Internazionale di Fotografia FORMA, ha raccontato il percorso della sua passione, la fotografia, dagli spazi del Centro Polivalente di Piazzale Abbiategrasso alle mostre organizzate nei locali sui Navigli fino ad arrivare alla pervasività e al molteplice uso delle immagini odierno. Piero Rivizzigno ha creato e dirige la piattaforma web GLOSSOM, che ospita centinaia di migliaia di imprenditori creativi di tutto il mondo, dalla moda al design, dall’immagine alla musica. Rivizzigno ha raccontato il suo percorso giovanile da Brindisi a Torino e poi il salto a Milano, il luogo delle possibili realizzazioni delle idee nuove e creative.
Nel dialogo con i giovani, condotto in modo diretto da Alessandro Corsi, si e’ delineato il percorso sviluppato dalle passioni di tre persone che contribuiscono a dare forma e identità alla Grande Milano. Un percorso fatto di talento e di tenacia, di apprendimento dell’inglese,come lingua Franca internazionale, di sfida e rischio imprenditoriale, di curiosità e rispetto per le proprie passioni e quelle altrui. Nelle loro risposte alle domande dei giovani presenti e alle sollecitazioni di Fiorello Cortiana e Domenico Storchi, e’ emersa la loro convinzione ad avere fiducia e ad investire nelle passioni dei figli anche quando non sono le proprie. Così e’ stato anche per l’esperienza come amministratore di Mabel Bocchi con la valorizzazione dei giovani e delle loro società sportive. E’ significativa l’esperienza di Gianluca De Palo, che ha allestito le esibizioni dei gruppi musicali di Buccinasco Il Mio Stato RAS (vedi video su youtube), STUBBORN BOARD e WHITE RABBIT, vincitori di San Remo Giovani di tre anni fa. Suo padre, Domenico De Palo, imprenditore e animatore di una delle liste civiche che sostengono Cortiana Sindaco, non era per nulla convinto della passione per la musica del figlio, ma gli ha dato fiducia, sostenendolo con un prestito a interesse zero. Gianluca ha dimostrato che la propria passione poteva diventare impresa e oggi e’ un imprenditore Creativo con un sala prove per decine di gruppi a Buccinasco. La serata, l’incontro con tre personaggi significativi, l’esperienza di Gianluca De Palo, sono la concreta dimostrazione di ciò che una amministrazione comunale attenta può fare insieme ai giovani: spazi attrezzati per dare forma alle loro passioni, favorire l’incontro tra la loro creatività e il credito, promuovere le loro realizzazioni. Tutto ciò ha già avuto una conferma perché Piero Rivizzigno sentita l’esibizione Rap de Il Mio Stato Ras ne ha voluto il filmato da ospitare sulla Piattaforma GLOSSOM con la sua ribalta internazionale.

Fiorello Cortiana sul tema Buccinasco Castello

24 aprile 2012 alle 08:55 | Pubblicato su comunicati | 1 commento

Il provvedimento del Commissario Straordinario del Comune di Buccinasco sul “Piano di Recupero  Buccinasco Castello esame osservazioni e relative controdeduzioni alle osservazioni. Approvazione definitiva”, ha suscitato rilievi importanti da parte del Consiglio Direttivo del Parco Agricolo Sud Milano. Ciò che emerge è l’assenza del Consiglio Comunale, della Giunta e del Sindaco, cioè degli organi democratici che possono operare scelte di indirizzo delle quali rispondono ai cittadini-elettori. Così ogni questione diventa oggetto di polemica elettorale e, in questo caso, si scambiano giudizi di merito sul progetto con la condivisione dell’operato del Commissario Prefettizio. Come ex Assessore al Territorio della regione Lombardia non posso che convenire con il Consiglio Direttivo del Parco quando rileva che – lo strumento utilizzato per la trasformazione del comparto agricolo non era un Programma Integrato d’Intervento ma, al contrario di quanto trasmesso in sede di parere preliminare, un Piano di Recupero “conforme” al vigente PRG, comunale; – non era presente tra i documenti trasmessi e non veniva richiamato nel deliberato, alcuna verifica valutazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano, relativamente alle parti poste sotto il vincolo culturale ambientale, cioè il Castello e fabbricati annessi; – non era presente tra i documenti trasmessi e non veniva richiamata nella deliberazione, la certificazione prevista dalla legge regionale richiesta espressamente nelle prescrizioni contenute nel parere preliminare rilasciato dal Parco Agricolo Sud Milano.

Per questo il Parco ha sospeso l’istruttoria e ha richiesto la certificazione ed i documenti mancanti.

Questo è il punto: le riflessioni di merito relative alla destinazione del Castello, manufatto simbolo di Buccinasco, nulla hanno a che fare con il rispetto delle condizioni procedurali per l’adozione di ogni atto amministrativo, ancorché assunto dal terzo Commissario Prefettizio presente a Buccinasco negli ultimi anni. E’ importante che le associazioni e i cittadini presidino luoghi significativi per l’identità di Buccinasco e per la sua coerenza con il Parco Sud, quali: Buccinasco Castello e Gudo, troppe volte il termine “recupero” è stato la foglia di fico che ha coperto speculazioni immobiliari.

Per questo è importante l’elezione del nuovo Consiglio Comunale che, nel rispetto delle conformità con le procedure ed i pareri propri del Parco Sud e della Sovraintendenza, avvierà la discussione per l’approvazione del Piano di Governo del Territorio. Lì finalmente sarà possibile definire una identità urbana per Buccinasco, salvaguardando e valorizzando i suoi insediamenti più significativi ed evitando operazioni amministrativamente ambigue come quella che ha riguardato Buccinasco Più, che i fumi della polemica elettorale pensano di sottrarre alla valutazione politica dei cittadini.

Fiorello Cortiana

(testo inviato al settimanale 7giorni)

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: