BUCCINASCO PIÙ-VIA GUIDO ROSSA È L’EMBLEMA DEL FALLIMENTO DELLE CLASSI DIRIGENTI CHE SI SONO SUCCEDUTE AL GOVERNO DI BUCCINASCO

3 marzo 2015 alle 08:58 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: ,

Mille e cinquecento persone, il 6% degli abitanti di Buccinasco, sono state collocate in un quartiere che era stato pensato per mille, senza alcun adeguamento urbanistico, senza sorveglianza sulla affidabilità della società immobiliare, con il movimento terra affidato a chi ne faceva affari illeciti e discarica abusiva. Non possiamo accettare che dietro le ansie pluriennali di questi mille e cinquecento cittadini si nascondano l’inettitudine politica e i conflitti di interesse di coloro che tale disastro hanno programmato e approvato. Una classe dirigente seria non può “chiudere gli occhi” e “voltare pagina” come propone l’assessore Baldassarre o affermare laconicamente “paga Pantalone” come ha detto il sindaco Maiorano.

Per questo abbiamo diffidato l’amministrazione e tutti i consiglieri dall’approvare l’acquisizione, ancorché a titolo gratuito, della piazza di via Guido Rossa in anticipo di nove anni sulla convenzione. Si tratta di una polpetta avvelenata per il bilancio del Comune e per le tasche dei suoi cittadini, perché insieme alla proprietà dell’area ci sono gli obblighi di manutenzione e di bonifica del terreno cui sino ad oggi la proprietà non ha ottemperato. Oltre ai responsabili dell’amministrazione comunale e al Prefetto Tronca la diffida è stata inviata alla Corte dei Conti e alla Procura.

Non si chiudono gli occhi sulla mala amministrazione e Pantalone non vuole più pagare.

Fiorello Cortiana  e Filippo Errante

logo_wphead_7953.jpg
Annunci

La risposta del Sindaco alla lettera di Fiorello

13 maggio 2014 alle 14:40 | Pubblicato su comunicati | 3 commenti
Tag: ,

Caro Fiorello,

con riferimento alla tua richiesta a mezzo posta elettronica in data 2 maggio u.s., relativamente alle espressioni ospitate sul blog personale del vice sindaco R. Pruiti, per altro pubblicate come notizia commentata sul settimanale Si o NO e, più recentemente, riportate nell’apposito spazio dedicato ai gruppi consiliari a cura della Lista Civica per Buccinasco nel periodico dell’Amministrazione di questo mese, constato quanto da te già rilevato.

RICEVO E PUBBLICO”, tutto in maiuscolo ed in grassetto. La formulazione utilizzata, mi porta ad immaginare che il contenuto sia di diverso autore e presumo che la lamentela sia da attribuirsi all’iniziativa di qualche particolare associazione che molto meglio avrebbe fatto a palesarsi con tanto di nome, cognome ed intestazione, evidentemente sentitasi bistrattata da prese di posizione e/o scritti di soggetti che fanno riferimento a qualcuna delle liste civiche di cui la tua coalizione è composta.

La modalità anonima prescelta non la condivido affatto e non mi ritrovo per nulla nel contenuto espresso. Se poi osservo i commenti che seguono l’articolo in questione sul blog del vice sindaco, dubito del consenso che quel contenuto raccoglie tra gli stessi aderenti alla lista ospitante. L’unico commento afferma: “chi ha il cervello lo usa. ” Appunto: chi ha il cervello lo usa ed io aggiungo “lo usi”.

E’ questo l’invito che mi sento di rivolgere a tutti gli attori che sul nostro territorio, anche loro malgrado, svolgono una funzione politica nonostante quel becero stile che spesso attinge all’armamentario dell’antipolitica tanto da essere per costoro caratteristica. Lo dico ai partiti, lo dico alle liste, lo dico ai movimenti.

Che la dialettica ed il confronto politico possano essere duri, spigolosi, stringenti mi sta bene e continuo a credere che siano il sale della democrazia. Perché sia tale tuttavia non possiamo prescindere dalla salvaguardia del rispetto per l’avversario. Quando questo manca o è carente, a farne le spese è la credibilità sia individuale che collettiva che genera poi l’allontanamento dell’interesse dalla cosa pubblica e la diserzione dall’impegno civile.

Tutto ciò premesso, non devo io essere arbitro di una contesa dialettica che vede coinvolte forze espressive di maggioranza e di minoranza il cui scambio non ha incidenza alcuna sull’azione dell’Amministrazione.

Ciascuno eserciti la propria responsabilità come meglio crede. Di questo certamente ciascuno renderà conto all’elettorato che nella propria libera ed autonoma valutazione provvederà a premiare o ad elevare il cartellino rosso.

Ti saluto.

Giambattista Maiorano

Buccinasco, 12 maggio 2014

 

LA RIORGANIZZAZIONE DELLA AMMINISTRAZIONE SI FA INSIEME AI LAVORATORI

12 marzo 2014 alle 16:15 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: , ,

COMUNICATO STAMPA
GRUPPO CONSILIARE DELLA COALIZIONE CIVICA BUCCINASCO

logo_wphead_7953.jpg

Restiamo sconcertati nell’apprendere che le Rappresentanze Sindacali Unitarie del Comune di Buccinasco si rivolgono al Sindaco Maiorano lamentando la loro mancata informazione e il coinvolgimento delle organizzazioni dei lavoratori nel processo di riorganizzazione del comune.

E’ indubbio che la decisione sulla organizzazione della macchina comunale spetti all’Amministrazione ma è altrettanto evidente che essa deve avvenire nel rispetto del Contratto Collettivo Nazionale delle regioni e degli Enti locali, così delle Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche Legge 135 del 7 agosto 2012. Oltre che ai contratti e alla legge, risponde al buon senso il coinvolgimento dei lavoratori dato che saranno poi questi a dover tradurre in azioni e servizi le decisioni dell’amministrazione. E’ ai lavoratori che si chiede di essere motivati interlocutori per le imprese, le associazioni e tutti i cittadini di Buccinasco. Noi consigliamo al Sindaco e alla Giunta di azzerare la situazione e di ripartire da capo nel rispetto della legge, del contratto e del buon senso. Non per puntiglio ma per l’efficacia dell’azione amministrativa.

Fiorello Cortiana, Filippo Errante

Spese elettorali: polemiche strumentali e verità nascoste

24 gennaio 2014 alle 08:25 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: , , ,

imagesCALN386XSuccede a Buccinasco-Italia.
La lista del vicesindaco solleva la questione delle spese elettorali sostenute dai candidati alla carica di Sindaco nelle ultime elezioni comunali. Distrazione di massa a fronte di indagini vere che riguardano i vertici dell’amministrazione, ma è giusto che i cittadini non scambino il mio silenzio per una ammissione di colpa. Chi è nelle istituzioni dovrebbe informarsi e studiare prima di parlare. Ho pensato di condividere la conoscenza delle norme con il Segretario Bellagamba e il Sindaco:

“ Vi scrivo per avere conferma del fatto che nei comuni con popolazione compresa tra i 10.001 e i 50.000 abitanti e nelle province è previsto che gli statuti e i regolamenti disciplinino la dichiarazione preventiva ed il rendiconto delle spese per la campagna elettorale dei candidati. Qualora lo statuto o il regolamento nulla dispongano in merito deve ritenersi che nessun obbligo sussiste in capo ai singoli candidati e alle relative liste. Le vecchie leggi, la 441/1982, per le spese e la 659/1981 per i contributi (superiori ai 5 milioni di lire) si applicavano solo ai Comuni con più di 100.000 abitanti (ridotti a 50.000 nel 1987). Dato che lo statuto comunale non dice nulla in merito (non ho notizia di particolari regolamenti a riguardo), per Buccinasco non c’era alcun obbligo di legge. Pur non essendo materia di mia stretta competenza, se non erro, l’obbligatorietà, per un comune come Buccinasco, è scattata dal marzo 2013 (dovrebbe essere lo stesso decreto legislativo che ha stabilito l’obbligo di pubblicare i dati patrimoniali/reddituali dei consiglieri). grazie”.

Il centrosinistra ha avuto spazi di propaganda sulla stampa locale, ad esempio sul SÌ o NO magazine; ne richiamo due:

  1. sul n.14 del 13/04/2012, a pag. 7 compare una pubblicità elettorale di un quarto di pagina del candidato Pruiti, così in altri numeri;
  2. sul n. 16 del 27/04/2012, tutta la pag. 13 è dedicata alla pubblicità elettorale del candidato Maiorano e del PD.

Bene: sullo stesso numero 16 compare una pubblicità di un quarto di pagina di Cortiana, regolarmente pagata, come da fattura, 416 euro, per due spazi di uguali dimensioni. Perché nel rendiconto del candidato sindaco Maiorano pubblicato non vi è menzione di queste spese? Come materiale di propaganda il sindaco cita solo manifesti e volantini. Significa che gli spazi sono stati regalati? Se sì, perché? Vista la strumentalizzazione del tema fatta dalla lista del vicesindaco ritengo che le risposte siano doverose, altrimenti si prendono in giro i cittadini.

Borgarello, 2700 abitanti, provincia di Pavia ai confini di quella milanese, tra i comuni pilota per il progetto trasparenza della finanza pubblica della ragioneria dello Stato, per permettere il controllo della spesa effettuata dall’amministrazione comunale per ogni servizio erogato confrontandola con quella degli altri municipi. Questa è trasparenza perché, se i conti comunali fossero controllabili, si evidenzierebbero eventuali anomalie, malaffare, mala gestione. A Borgarello partirà anche la sperimentazione della fattura elettronica per rompere il perverso meccanismo di tangenti sulle forniture nelle pubbliche amministrazioni. Nella fattura elettronica saranno inseriti i prezzi, in tutta Italia, di una determinata categoria merceologica.

A Buccinasco?
Fiorello Cortiana – Capogruppo Coalizione Civica Buccinasco

logo_wphead_7953.jpg

Succede a Buccinasco-Italia

12 dicembre 2013 alle 16:30 | Pubblicato su comunicati | 1 commento
Tag: , ,

4426694827_f0404b4fda_zIl sindaco Maiorano mi ha comunicato di aver querelato Luigi Saccavini per uno dei suoi articoli su Città Ideale.
Non è mio compito intervenire sugli aspetti giudiziari della querela, ma rilevo che questa si presenta come lo sviluppo coerente di un costante rovesciamento della realtà ad opera di molti esponenti della maggioranza , non tutti in verità e per fortuna.
Così non si denuncia alla Polizia Postale, dopo essersi impegnati a farlo, chi usa identità false sul sito Facebook del Comune, né chi manda mail anonime contro una funzionaria, mentre lo si fa con Luigi Saccavini che anima un blog di discussione che puntualmente rileva incongruenze e contraddizioni ospitando anche gli interventi del sindaco Maiorano.
Credo nella libertà di espressione e nella necessità di mantenere il confronto sul piano politico dove le critiche ad azioni e scelte, anche quelle ritenute a torto o a ragione ingiuste, rispettino la persona che le ha messe in atto.
Per questo esprimo la mia solidarietà a Luigi Saccavini che invece dei forconi usa i tasti e questa, oggi, è una differenza sostanziale per coloro che hanno a cuore la democrazia repubblicana. Il Presidente Einaudi invitava a “Conoscere per deliberare“.
In merito al sistematico rovesciamento dei fatti, da dare in pasto ai cittadini, sarà mia cura intervenire in modo puntuale nel prossimo consiglio su quanto affermato nel Consiglio Comunale aperto del 28.
Ognuno di noi è chiamato a tenere il confronto su un piano istituzionale e costruttivo ma sarebbe grave lasciare che la discrezione venisse scambiata per remissività e l’azione trasparente per un disturbo improprio al manovratore.
Le istituzioni sono di tutti, di chi le amministra, di chi è in consiglio e di tutti i cittadini, è bene dedicare attenzione al loro rispetto, al rispetto delle regole che le presiedono.

Fiorello Cortiana

La trasparenza non è un optional e la legalità non è un rito

27 novembre 2013 alle 18:00 | Pubblicato su comunicati | 1 commento
Tag: , ,

Finalmente rispondendo ad una nostra interpellanza il Sindaco Maiorano ha detto di essere indagato per corruzione, insieme al Vicesindaco Pruiti e ad altre due persone.
Una indagine non è un rinvio a giudizio e men che meno una condanna definitiva.
E’ grave la conferma del rifiuto del Sindaco di presentare denuncia alla polizia postale dell’invio di mail anonime diffamatorie di una funzionaria apicale dell’amministrazione di Buccinasco e dell’uso di identità false sulla pagina facebook del comune per contrastare i cittadini che criticavano il bando sulla scuola civica di musica.
La opacità e l’omissione non sono garanzia di legalità per un Comune e i suoi cittadini che meritano una piena dignità.
I Consiglieri della Coalizione Civica non ritengono di partecipare al Consiglio Comunale aperto sulla legalità che pure avevano chiesto fin dall’insediamento e per il quale hanno collaborato positivamente in modo propositivo, insieme ai Capigruppo, alla Presidente del Consiglio e al Segretario comunale. La legalità si mette in pratica quotidianamente non è una ritualità da celebrare.

Comunicato Stampa

dei consiglieri Fiorello Cortiana e Filippo Errante

della Coalizione Civica Buccinasco

logo_wphead_7953.jpg
 
 

Lettera aperta al sindaco Gianni Maiorano

13 novembre 2013 alle 16:28 | Pubblicato su comunicati | 1 commento
Tag: , ,

1502715-maioranoBuccinasco è assurta, nonostante l’onesta laboriosità della stragrande maggioranza dei suoi cittadini, a comune stereotipo della corruzione pubblica e della malavita organizzata come la “casalinga di Voghera” lo è delle persone semplici, non particolarmente scolarizzate. Per questo dopo la pubblicazione del rapporto della Commissione Parlamentare di Inchiesta “SULLE ATTIVITA’ ILLECITE CONESSE AL CICLO DEI RIFIUTI”, che conteneva anche inesattezze su Buccinasco, abbiamo chiesto e ottenuto la costituzione di una Commissione di Indagine Consiliare.

Lo scopo è quello di comparare e analizzare degli atti amministrativi comunali relativi a quanto contenuto nella relazione Parlamentare per individuare, enfatizzare o circoscrive eventuali imprecisioni o errori contenuti nella relazione parlamentare. Individuare eventuali criticità nell’iter amministrativo seguito e proporre soluzioni o avanzare, ai livelli istituzionali competenti, proposte atte a superare eventuali problemi riscontrati. Continue Reading Lettera aperta al sindaco Gianni Maiorano…

Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: