La verità è la premessa necessaria

14 gennaio 2015 alle 12:42 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: ,

COMUNICATO STAMPA

DEL GRUPPO CONSILIARE COALIZIONE CIVICA BUCCINASCO

logo_wphead_7953.jpg

“La verità costituisce la premessa necessaria per condividere la vita istituzionale e la partecipazione dei cittadini alla politica pubblica”

Il susseguirsi di indagini che interessano il Comune di Buccinasco e le costanti visite delle forze dell’ordine rendono necessaria una comunicazione ufficiale sullo stato delle cose.

In questa situazione le minimizzazioni accompagnate dalle affermazioni di conferma della fiducia nella magistratura da parte del sindaco non risultano ovvie per chi è nelle istituzioni e rispetta la Costituzione e le funzioni che essa attribuisce ai diversi poteri della Repubblica.

Esse suonano come rassicuranti giaculatorie che non spiegano nulla e alimentano sconcerto e distanza da parte dei cittadini.

Noi abbiamo chiesto la costituzione di una Commissione di Indagine proprio per fare chiarezza sulla azione dell’amministrazione e degli amministratori alla luce della Relazione della Commissione Parlamentare di Inchiesta «SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI» e per proporre regole e procedure che evitino ogni criticità..

Il Consiglio ha approvato all’unanimità la richiesta e la commissione sta ultimando i suoi lavori.

E’ più che mai necessaria la trasparenza per evitare strumentalizzazioni, speculazioni e, soprattutto, la crisi di fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella politica democratica.

Per questo abbiamo presentato una interpellanza urgente affinché il Sindaco comunichi ufficialmente lo stato delle cose: quali indagini hanno interessato l’attuale mandato amministrativo fino ad ora? A quali eventuali illeciti si riferiscono?

La verità costituisce la premessa necessaria per condividere la vita istituzionale e la partecipazione dei cittadini alla politica pubblica.

Fiorello Cortiana – Filippo Errante

Si riporta il testo dell’interpellanza

INTERPELLANZA A CARATTERE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

PREMESSO

– che lo svolgimento di indagini da parte della magistratura e delle forze dell’ordine è una azione non sanzionatoria

– che le persone oggetto delle indagini devono vedere preservata la propria dignità

CONSIDERATO

– che alcuni amministratori e alcuni dipendenti del Comune di Buccinasco sono interessati dalle indagini che si susseguono

– che nella mancanza di comunicazioni formali le informazioni e le dichiarazioni attraverso i media costituiscono l’unica modalità per la cittadinanza per capire quanto sta accadendo

– che questa situazione alimenta un distacco dalle istituzioni e una crisi di legittimità della politica democratica

I CONSIGLIERI DELLA COALIZIONE CIVICA CHIEDONO AL SINDACO :

  • QUALI INDAGINI INTERESSANO L’AMMINISTRAZIONE E IL SUO PERSONALE IN QUESTO MANDATO AMMINISTRATIVO?
  • QUALI SONO GLI EVENTUALI ILLECITI OGGETTO DI VERIFICA?

Fiorello Cortiana – Filippo Errante

Annunci

Senza coordinamento tra la Polizia Locale dei Comuni metropolitani manca il presidio di sicurezza

5 settembre 2014 alle 10:24 | Pubblicato su comunicati | 1 commento
Tag: , ,

La successione di rapine culminate con lo scassinamento della farmacia comunale mette in luce il sottodimensionamento della Polizia Locale di Buccinasco come risultato di una grave miopia dell’amministrazione locale dal punto di vista della programmazione nell’organizzazione del personale.

Si evidenzi una volta di più la necessità di un raccordo sistematico e stringente tra le forze della Polizia Locale dei Comuni metropolitani con un sistema di turnazione che garantisca una copertura notturna del territorio.

Questa è una proposta che la Coalizione Civica ha avanzato ripetutamente.

È ora che le logiche di campanile lascino il campo alla responsabilità.

Fiorello Cortiana e Filippo Errante
Consiglieri della Coalizione Civica Buccinasco

logo_wphead_7953.jpg

TASI, ci vuole rispetto per i cittadini

18 giugno 2014 alle 16:49 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: , ,

“I consiglieri della Coalizione Civica Buccinasco, Fiorello Cortiana e Filippo Errante, hanno depositato una interpellanza urgente al Sindaco affinché renda conto pubblicamente della confusione e dell’ansia create nella gestione del pagamento della TASI. Ci vuole più rispetto per i cittadini, in modo particolare quando si riscuotono i pagamenti delle tasse.
Occorrono informazioni ed azioni chiare, ci vuole buon senso per trovare soluzioni che riducano tensioni e ansie. Occorre ascoltare i suggerimenti sensati anche quando vengono dall’opposizione.” hanno dichiarato Cortiana ed Errante.
Questo il testo dell’interpellanza:

Al Sindaco di Buccinasco

All’Assessore Ottavio Baldassarre

INTERPELLANZA URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

CONSIDERATO

CHE

  • In data 18 marzo 2014 è stato approvato dal Consiglio Comunale il Regolamento per l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale (IUC).

  • In data 23 marzo 2014 è stato approvato dal Consiglio Comuale il Bilancio di previsione per il 2014.

  • In data 3 giugno 2014, in apertura del Consiglio Comunale, il Sindaco ha detto di aver scritto al sottosegretario Delrio per chiedere al governo una proroga della scadenza per la TASI, prevista per il 16 giugno a fronte dell’emergenza creatasi per il pagamento di tale tributo.

  • In data 3 giugno 2014, nel corso del Consiglio Comunale, le opposizioni hanno chiesto se fosse possibile:

    • Stabilire una proroga per la scadenza del pagamento della TASI.

    • Prolungare l’orario di apertura degli sportelli comunali per agevolare la cittadinanza.

  • Nessuna decisione in tal senso è stata presa dal Consiglio, né, come risulta finora, dalla Giunta.

  • In data 9 giugno 2014 l’Ufficio Stampa del Comune è uscito, senza la firma di un responsabile, ma a nome dell’Ufficio stesso, con un comunicato che, richiamando la legge sul ravvedimento, in particolare il ravvedimento “sprint”, e facendo riferimento a una lettura “originale” dell’art. 4 del Regolamento comunale sui tributi locali sopra menzionato, stabiliva che nessuna sanzione sarebbe stata irrogata ai contribuenti (alla stragrande maggioranza) che avessero pagato la TASI entro il 30 giugno.

  • Tale comunicato non costituisce in nessun modo una proroga dei termini, ma si limita a fissare delle, a nostro avviso assai opinabili, cause di non punibilità per i contribuenti (non per tutti, ma per la stragrande maggioranza).

  • Il Regolamento Comunale vale per la IUC, quindi per la TASI, ma anche per la TARI e l’IMU.

  • Il ravvedimento (sia nella versione ordinaria sia in quella “sprint”) è operante, secondo una lettura universalmente riconosciuta, unicamente a fronte del versamento della sanzione in misura ridotta e dei relativi interessi.

  • Il ravvedimento ordinario prevede una sanzione del 3,75% maggiorata degli interessi vigenti, attualmente nella misura dell’1% anno, ed è attuabile entro il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi per l’anno successivo a quello a cui l’imposta fa riferimento.

  • Il ravvedimento è applicabile sia per l’acconto sia per il saldo delle varie imposte comunali che compongo la IUC.

  • A nostro avviso e contrariamente a quanto desumibile dal summenzionato comunicato stampa del 9 giugno, la sanzione per il ritardato versamento, quando calcolata dal Comune, cioè in assenza di ravvedimento da parte del contribuente che, come detto, si perfeziona unicamente con il versamento della sanzione e dei relativi interessi, è del 30%.

  • In data 17 giugno 2014, l’Ufficio Stampa del Comune, anche questa volta senza alcuna firma specifica, pubblicava un nuovo comunicato con il quale si ribadiva e confermava quanto contenuto nel comunicato del 9 giugno e si faceva appello anche allo Statuto del Contribuente e alla legge 472/1997 per confermare l’assenza di sanzioni per i versamenti in ritardo, ma entro il 30 giugno, della TASI.

  • Anche quest’ultimo comunicato, però, non stabilisce alcuna proroga, ma si limita ad individuare cause più generali, oltre a quelle specifiche contenute nel comunicato del 9 giugno, di non punibilità. Almeno in questo caso, però, valide per tutti e non solo per una parte contribuenti.

  • Nel citato comunicato del 17 giugno l’Assessore Baldassarre dichiara: “A soli sette giorni dalla scadenza, infatti, è stato reso obbligatorio il termine del 16 giugno …”.

  • Il richiamato Statuto del Contribuente, all’art. 3 comma 2, prevede che: “In ogni caso, le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al sessantesimo giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell’adozione dei provvedimenti di attuazione in esse espressamente previsti.”

  • Le sanzioni e gli interessi, calcolati in base alle disposizioni in materia di ravvedimento, darebbero origine a importi inferiori ai 15 euro per versamenti effettuati in ritardo, ma entro i termini previsti dal ravvedimento, per singoli importi inferiori a circa € 315, indipendentemente che si tratti di TASI, TARI o IMU, sia che si tratti di acconto o di saldo.

I CONSIGLIERI DELLA COALIZIONE CIVICA DI BUCCINASCO

CHIEDONO

  • Perché il Sindaco ha scritto al sottosegretario Delrio per chiedere una proroga al Governo, se bastava fare riferimento allo Statuto del Contribuente, che è una legge del 2000, o a una legge del 1997 o al combinato delle due?

  • Perché non si è optato per stabilire in Consiglio Comunale una proroga, in tempo utile e valida per tutti, della scadenza della TASI, come richiesto dalle opposizioni? Lo Statuto del Contribuente non era valido il 3 giugno?

  • Perché, come richiesto dalle opposizioni, non si è proceduto con un’apertura prolungata degli sportelli comunali tale da consentire di smaltire, in tempo utile, se non tutte almeno la maggior parte delle richieste?

  • Chi si assume la responsabilità del citato comunicato stampa del 9 giugno?

  • Si conferma l’interpretazione data in tale comunicato (e poi ulteriormente ribadita e confermata nel comunicato stampa del 17 giugno) al metodo di calcolo delle sanzioni e alla lettura dell’art. 4 del Regolamento sui tributi locali, in base alla quale qualunque versamento tardivo, indipendentemente dal tributo (TASI, TARI o IMU, visto che il regolamento riguarda la IUC e quindi tutti e tre i tributi), sia che si tratti di acconto sia che si tratti di saldo, purché versato nei termini previsti dalla legge sul ravvedimento, non darà luogo a sanzioni se l’importo delle stesse e dei relativi interessi, calcolato, conformemente a quanto disposto nel comunicato, con le vantaggiose modalità previste per il ravvedimento e non secondo le modalità standard (30%), non sarà eccedente i 15 euro e, pertanto, non dovrà essere versato dai contribuenti?

  • Ci si rende conto della portata che tale interpretazione, se non verrà puntualmente, chiaramente e pubblicamente smentita, potrebbe avere sulle finanze comunali?

  • Chi si assume la responsabilità del citato comunicato stampa del 17 giugno?

  • Per quale motivo se, come indicato dall’Assessore Baldassarre, la scadenza è stata fissata ai primi di giugno e il richiamato Statuto del Contribuente prevede un termine minimo di 60 giorni, ci si ostina a tenere fermo il termine del 30 giugno, applicando le sanzioni a partire dal 1° di luglio, quando, logica vuole, tale termine dovrebbe slittare almeno fino ai primi di agosto?

  • Per quale motivo, anziché affidarsi a comunicati stampa dell’Ufficio Stampa, dalla paternità ignota, non ci si è assunti la responsabilità di procedere, per lo meno, con un atto ufficiale da parte della Giunta?

Tenuto conto dell’attualità degli argomenti proposti, della delicatezza delle riposte richieste, dell’enorme interesse pubblico a che sia fatta la massima chiarezza in materia, si raccomanda la maggior solerzia possibile nel fornire adeguata risposta alla presente interpellanza urgente per la quale non potranno essere tollerati ritardi rispetto al termine fissato dal regolamento.

Buccinasco,

Filippo Errante e Fiorello Cortiana

logo_wphead_7953.jpg

Associazioni: Coalizione Civica scrive al Sindaco

2 maggio 2014 alle 09:37 | Pubblicato su comunicati | 3 commenti
Tag: ,

Gentile Sindaco Maiorano,
Le chiediamo di chiarirci dove trovano fondamento le espressioni della lista che esprime il vicesindaco e la Presidente del Consiglio Comunale, pubblicate sul sito del vicesindaco a fianco di una immagine che riproduce i simboli della coalizione civica cancellati da una x:

“RICEVO E PUBBLICO ==> Dopo diversi mesi di Amministrazione ci sono cose per cui proprio fatichiamo a trovare spiegazione. Ad esempio, perchè i componenti della “COALIZIONE CIVICA“, all’opposizione di governo, si mostrano in continua ‘guerra’ con le Associazioni di volontariato di Buccinasco?! Interrogazioni, accesso agli atti, articoli sui blog, tutto sempre a screditare il lavoro di volontari che gratuitamente prestano il loro tempo, le loro professionalità e le loro capacità private e personali per far crescere la cultura e la solidarietà sul nostro territorio.”

Di cosa stanno parlando?
Noi abbiamo,sempre,rispettato l’autonomia delle associazioni di Buccinasco perché abbiamo la convinzione che l’esercizio della Cittadinanza Attiva e della sussidiarietà siano costitutive di una politica pubblica capace di,rispondere agli interessi generali di queste e delle future generazioni. Troviamo perciò goffo e penoso il tentativo di giocare una partita ipocrita e contraffatta per speculare sulla pelle delle associazioni, che dovrebbero trovare nella partecipazione informata e nella trasparenza le condizioni ideali per esprimersi in piena autonomia e libertà.


Ci sembra importante che il Sindaco richiami i membri della sua giunta e della sua maggioranza al rispetto della verità e del l’intelligenza dei tanti cittadini che impegnano positivamente  il loro tempo contribuendo alla qualità sociale di Buccinasco.

Fiorello Cortiana

Capogruppo Coalizione Civica Buccinasco

logo_wphead_7953.jpg

 

Lettera al Sindaco: quando si ricoprono cariche istituzionali bisogna informarsi prima di parlare

9 gennaio 2014 alle 17:05 | Pubblicato su comunicati | 1 commento
Tag: ,

Caro Sindaco, 
                       genera sconcerto e preoccupazione quanto sostenuto in un comunicato ufficiale dalla Presidente del Consiglio Comunale di Buccinasco sul sito del Comune dopo gli ennesimi interventi/arresti di ‘ndranghetisti.

“Il ruolo dei politici e dei dipendenti comunali – continua Palone – è fondamentale per respingere qualsiasi tentativo di infiltrazione mafiosa. Come consiglieri comunali abbiamo chiesto e impegnato l’Amministrazione ad aumentare i controlli nei cantieri pubblici (solo in quelli la legge ci permette di intervenire) e per questo è fondamentale il lavoro della Polizia locale: purtroppo i Comuni hanno strumenti insufficienti e inefficaci per contrastare il dominio mafioso”.

Non risponde al vero che l’amministrazione locale può “per legge” effettuare controlli solo sui cantieri pubblici del proprio territorio.  Il Comune ha un ruolo di controllo generale proprio sui cantieri privati, sicuramente in relazione alla normativa urbanistica vigente. Più complessa la questione degli appalti, che certamente se comunali sono soggetti a controllo in termini di legittimità. L’affermazione per la quale i Comuni avrebbero strumenti insufficienti e inefficaci nasconde dietro il disappunto di un approccio burocratico una incapacità di azione. Dato che nella separazione dei poteri della Costituzione Italiana i Comuni non possono sostituirsi alla Magistratura  non si capisce perché non possano invece operare per mettere in rete, come abbiamo ripetutamente proposto in consiglio comunale, le competenze dei servizi e dei presidi di controllo e di legalità esistenti. Come fatto a Corsico nel 2009 con il tavolo costituito dall’amministrazione Graffeo insieme ai comuni di Cesano, Assago, Trezzano, Gaggiano.

Forse è necessario che chi ricopre una importante carica istituzionale debba informarsi sulle prerogative normative della propria amministrazione prima di parlare, ed è necessario che Lei verifichi il contenuto dei comunicati ufficiali pubblicati sul sito del Comune

Buon lavoro, 

Fiorello Cortiana e Filippo Errante

Coalizione Civica Buccinasco 

logo_wphead_7953.jpg

Interpellanza sulle recenti questioni di legalità

19 novembre 2013 alle 11:00 | Pubblicato su comunicati | Lascia un commento
Tag: , ,

INTERPELLANZA A CARATTERE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

CONSIDERATO

  • che alla sua persona nella qualità di Sindaco è pervenuta una denuncia anonima indirizzata alla Corte dei Conti, al maresciallo della locale stazione dei CC e al presidente del collegio dei revisori: si richiede quanto segue:
  • che la denuncia fa riferimento a specifiche documentazioni e atti della amministrazione e accusa una primaria funzione tecnica di inadempienze che avrebbero causato danni al Comune di Buccinasco, sia l’intera struttura comunale di cui si dice essere da anni a conoscenza dei fatti senza che nessuno abbia assunto iniziative;

 CHE Continue Reading Interpellanza sulle recenti questioni di legalità…

Consiglio Comunale del 27 novembre 2012

26 novembre 2012 alle 13:09 | Pubblicato su comunicati, consiglio comunale | 2 commenti
Tag: , , ,

INTERPELLANZA A CARATTERE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA

CONSIDERATO  

      • che la questione del trasporto pubblico della conurbazione Sud-Ovest Milanese e la sua relazione di contiguità con la città di Milano è cruciale tanto per l’organizzazione dell’area metropolitana, quanto per la sua efficacia economica e per la qualità dell’aria
      • che la natura radiale dell’assetto metropolitano e la sostanziale unità urbanistica dei comuni di cintura richiedono indirizzi e modalità coerenti per il trasporto pubblico e le sue tariffe
      • che il Comune di Milano ha inoltrato il 29 Agosto 2012 il “testo definitivo di una convenzione per la gestione di trasporto pubblico per area urbana”;
      • che il “testo definitivo” della convenzione impegna il Comune al pagamento di un importo complessivo di € 1.605.390,47 per il periodo dal 02 05 2010 al 01 05 2017;
      • che nel contesto di questa convenzione la Regione Lombardia partecipa con propri contributi sulle linee 321 e 351 con un importo ulteriore pari a 2,28 euro Vett/km a formare un totale € 1.470.242,04;
      • che il “testo definitivo” di convenzione è stato esaminato in sede di giunta regionale e approvato il 20 Settembre 2012;
      • che il Consiglio Comunale non ha discusso la questione e che nel mese di luglio è stato costituito, dall’assessore delegato informandone il Consiglio,  un gruppo di lavoro di cui fanno parte i consiglieri comunali, i cittadini e i rappresentanti di comitati ;

I CONSIGLIERI DELLA COALIZIONE CIVICA CHIEDONO AL SINDACO  E ALL’ASSESSORE PRUITI:

      • QUALI MOTIVAZIONI HANNO PORTATO LA GIUNTA AD APPROVARE LA CONVENZIONE?
      • QUALE EFFICACIA NEGOZIALE SUL MERITO DELLA CONVENZIONE SI RITIENE POSSIBILE AVENDOLA GIA RATIFICATA?
      • QUALI RELAZIONI SONO STATE MESSE IN ATTO CON I COMUNI DELLA CONURBAZIONE SUD-OVEST, CON MILANO E CON LA REGIONE, PER UNA POLITICA CONDIVISA E UNA NEGOZIAZIONE  COMUNE CON ATM ?
      • SE NON RITENGONO NECESSARIA, PER LA CRUCIALITA’ DELLA QUESTIONE E PER L’IMPEGNO FINANZIARIO RELATIVO, CHE IL CONSIGLIO COMUNALE  DISCUTA IL TESTO DEFINITIVO, GIA’ APPROVATO, I PUNTI DI MERITO DELLA NEGOZIAZIONE DA ATTIVARE E LE RELAZIONI ATTIVATE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI, AL FINE DI OTTENERE UN’OTTIMIZZAZIONE DEI KM ATTUALMENTE GESTITI DALLA RETE, PER CONSENTIRE UN MIGLIORAMENTO DEL SERVIZIO OFFERTO AI CITTADINISENTITO L’ASSESSORE PRUITI ANCHE ALLA LUCE DEL GRUPPO DI LAVORO?

FIORELLO CORTIANA E FILIPPO ERRANTE

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: